Questo sito utilizza cookies a fini statistici e per migliorare l'esperienza utente.

Chiudi

Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG

Brut

Jeio Prosecco Brut

Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG

Brut

La mineralità delle colline di Conegliano e la delicata acidità data dal terroir di Valdobbiadene danno vita a Jeio Brut, un Prosecco Superiore particolarmente stimolante al palato. 

Grazie alla sua freschezza e alle note marcate di mela gialla, agrumi e fiori bianchi è l’abbinamento ideale per il tutto pasto. Accompagna perfettamente anche gli aperitivi più sofisticati.

  • Vitigno almeno l’85% di Glera.

  • Colore brillante, giallo paglierino acceso. Il perlage si distingue per finezza e vivacità.

  • Profumo elegante e piacevole, emerge piacevolmente il fruttato, con alcune sfumature di frutta gialla più matura.

  • Sapore morbido, elegante e sapido, nella parte aromatica ricorda molto il profumo, grazie ad un fruttato marcato.

  • Gradazione alcolica 11,5% vol.

2017

Gilbert & Gaillard

89/100

Jeio Territorio Tip

Dalle ripide e scoscese colline di Valdobbiadene, ricamate di vigneti e lavorate a mano con tenacia e passione, nasce il nostro Prosecco Superiore.

Scopri il territorio

Le regole dell’aperitivo

Dall’Antico Impero<br/>  ai giorni nostri

Dall’Antico Impero
ai giorni nostri

L’etimologia del termine aperitivo deriva dal latino aperitivus, ovvero che apre. Una bevanda in grado di stimolare e, quindi, “aprire” l’appetito.

Le regole dell’aperitivo

Dall’Impero Romano<br/> ai giorni nostri

Dall’Impero Romano
ai giorni nostri

L’etimologia del termine aperitivo deriva dal latino aperitivus, ovvero che apre. Una bevanda in grado di stimolare e, quindi, “aprire” l’appetito.

Il veneziano famoso

Il veneziano famoso

La storia dello Spritz risale all’800, epoca in cui l’impero asburgico occupava il Veneto. I soldati austro-ungarici, che non erano abituati alle alte gradazioni alcoliche dei vini veneti, ordinavano nelle osterie gridando: “Spritzen!”, che significa spruzzare, riferendosi all’aggiunta d’acqua necessaria per rendere il vino più leggero.

Tra tradizione<br/> e Happy Hour

Tra tradizione
e Happy Hour

Aperitivo non è sinonimo di Happy Hour. Il rito tradizionale è infatti propedeutico alla cena e si degusta prima di sedersi a tavola tra le 18 e le 20.

Aperitivo fa rima con stuzzichino

Aperitivo fa rima con stuzzichino

È buona abitudine accompagnare un buon calice di vino con invitanti tartine, salatini, finger food o olive, che hanno il compito di stuzzicare l’appetito prima di cena.